Leoni

Lo spaventapasseri

“Dorothy, mentre è in cammino verso il regno di Oz, incontra uno strano personaggio: uno spaventapasseri, fermo iimpalato nel centro di un campo di grano. La bambina aiuta lo spaventapasseri e lo toglie da quella sua situazione scomoda e lo spaventapasseri, saputo del progetto di Dorothy di andare da un famoso mago per chiedergli un favore, decide di accompagnarla per poter chiedere, al grande mago di Oz, un cervello che pensa di non avere e che tanto desidera”.

Inizia così la nostra conoscenza del secondo personaggio di questa storia: lo spaventapasseri. Con la tecnica dell’impronta colorata ogni bambino ha realizzato la sagoma del proprio spaventapasseri che è stato poi decorato con carta colorata, paglia e stuzzicadenti.

Lo spaventapasseri

 

Dorothy

Con la visione dello spettacolo messo in scena a scuola e con la lettura del libro, ha preso il via il programma annuale incentrato sul racconto “Il Mago di Oz” di L. Frank Baum.

 I bambini del gruppo dei grandi focalizzeranno la loro attenzione sugli aspetti caratteriali  dei  personaggi principali, primo fra tutti Dorothy, una ragazzina che, malgrado le difficoltà, non si scoraggia e va avanti con tenacia per raggiungere il suo obiettivo: tornare a casa.

Sull’esempio di Dorothy, le insegnanti hanno portato i bambini a compiere un “viaggio introspettivo” che li ha aiutati a capire che, ciascuno di noi, ha le capacità per poter superare eventuali ostacoli che si incontrano sulla strada che si decide di percorrere per raggiungere uno scopo.

 Le attività pensate per rielaborare questa prima parte del percorso, hanno portato alla realizzazione di un cartellone

Dorothy

Il Pre-grafismo

Nell’ultimo anno di scuola dell’infanzia ampio spazio viene dedicato alle attività di pre-grafismo che hanno come obiettivo essenziale quello di sviluppare la coordinazione, esercitando la scioltezza del polso e facendo acquisire una dissociazione dei movimenti delle dita. I tracciati vengono riprodotti prima in grandi dimensioni, poi gradualmente si riducono: il carattere ripetitivo del tracciato produce progressivamente una ritmicità del movimento che rappresenta un aspetto fondamentale nella preparazione della scrittura. La gestualità è molto importante perché aiuta il bambino all’acquisizione del movimento implicato nel corsivo, ed è per questo che va interiorizzata a partire dall’ultimo anno della scuola dell’infanzia. Le attività di pre-grafismo che vengono proposte ai bambini, quindi, li aiutano a interiorizzare il movimento e a renderlo consapevole dello scorrere del braccio lungo il foglio.  Movimento essenziale per l’approccio alla scrittura negli anni futuri alla scuola primaria.

Il pre-grafismo

Una cometa un po' speciale

Eh sì, e’ proprio speciale la cometa realizzata dai bambini …

Nei lunghi secoli che hanno preceduto la rivoluzione scientifica, gli uomini vedevano le comete come un vero e proprio enigma, presto il popolo cominciò a costruire leggende sul fenomeno, un po’ per necessità, poiché l’uomo ha bisogno di risposte alla sue domande, e un po’ per gioco. Oggi sappiamo che le comete sono corpi celesti, prevalentemente formati da ghiaccio che, ogni tanto, entrano nel Sistema Solare. Ma quella realizzata dai bambini non e’ certo composta da ghiaccio anzi, “ospita” un’immagine che scalda il cuore, quella della Sacra Famiglia: Maria, Giuseppe e il Bambino Gesù.

stella

Un albero luccicante

L’arrivo del Natale ci ha portato a realizzare dei bellissimi addobbi per le classi tra cui un albero luccicante. Per realizzarlo i bambini hanno colorato un triangolo diviso in piccoli spazi, con due verdi di diversa tonalità, facendo attenzione ad alternali in modo corretto. Una volta terminato, l’albero è stato arricchito di glitter argentati, per renderlo luccicante.

albero

La collana del Leone

Dopo la costruzione del simbolo del gruppo, ogni bambino ha realizzato un leoncino personale ritagliando autonomamente tutte le parti necessarie per costruirlo.

La collana del Leone

 

Filastrocca dei Leoni

I bambini sono diventati grandi e sono nel gruppo dei Leoni. Hanno colorato, ritagliato e incollato l’immagine del Leone che farà da copertina al quadernone dei loro lavori di tutto l’anno.

Filastrocca dei Leoni

 

Il simbolo del gruppo

Ovviamente, non poteva che essere un leone! I bambini lo hanno realizzato con sacchetti di carta, quelli comunemente usati dai fruttivendoli, cartoncino e pasta alimentare colorata con le tempere con la quale e’ stata realizzata una criniera in 3D.

Il simbolo del gruppo

 

Anno scolastico 2018-2019

Abbiamo trovato il tesoro!

Venerdì 25 maggio abbiamo completato le nostre uscite sul territorio andando a conoscere l’ultimo posto di Lainate, suggeritoci dalla nostra amica Gocciolina, nel quale è presente l’acqua. Prima di raggiungerlo le maestre ci hanno letto l’indizio …

“Sono una rosa ma non sono profumata,

anzi, a dire il vero, sono quasi sempre bagnata.

Da tanto verde sono circondata

e intorno a me puoi fare una bella passeggiata.

Puoi sentire gracidare, se sei fortunato,

l’animale che dal girino si è trasformato!

Allora … hai capito chi sono?”

… e noi abbiamo risposto in coro: la Rosa Camuna! Ci siamo quindi messi subito in cammino, per raggiungere questo posto non da tutti conosciuto. Ad accompagnarci nella nostra uscita c’erano i volontari dell’”Associazione della polizia” in pensione, i quali ci hanno aiutato nei punti più critici del nostro tragitto e durante la camminata ci hanno allietato con racconti, alcuni riguardanti il Canale Villoresi e la Rosa Camuna altri sulle piante presenti nel percorso.

leoni

Pagine

Abbonamento a RSS - Leoni

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.