Leoni

Teatro: impariamo a diventare un personaggio

Prosegue il percorso teatrale e le insegnanti “danno” ai bambini gli ingredienti per essere buoni attori. I bambini, attraverso un gioco, sono guidati “ad entrare in un personaggio”, con l’aiuto di una scatola magica.

I bambini si dispongono in cerchio e si passano la scatola magica. Nel primo giro pescano il personaggio, nel secondo giro pescano l’oggetto di scena (corona, bastone, palla, cestino, cappello, mantello…). Divisi poi in base all’oggetto pescato i bambini costruiscono statue del personaggio e fanno una sfilata.

la scatola magica

Le forme geometriche

Partendo dall’albero delle arance abbiamo introdotto l’argomento delle forme geometriche focalizzando l’attenzione sul cerchio, il quadrato, il triangolo, il rettangolo e il rombo.
Abbiamo quindi proposto ai bambini una serie di giochi con i blocchi logici per aiutarli a sviluppare la loro capacità di percepire, riconoscere e discriminare le varie forme geometriche.
I bambini hanno classificato le forme per poi produrre una sequenza logica.
Dopo la classificazione ogni bambino ha utilizzato le forme per comporre delle figure in modo libero e spontaneo.

attività sulle forme geometriche

Esperienze matematiche

I bambini sono stati coinvolti in attività di abbinamento oggetti-quantità (conta 5 oggetti) e numeri (conta tanti oggetti quanti indicati dal simbolo numerico mostrato)

attività matematiche

Racconto: “Un paese pulito”

Attraverso questo racconto abbiamo spiegato ai bambini quanto sia importante vivere in un paese pulito e prendersene cura. Al racconto è seguita la drammatizzazione fatta in gruppo e successivamente abbiamo chiesto ai bambini di disegnare quattro comportamenti corretti da tenere per poter vivere in un paese pulito.

Il cartellone degli alimenti e la piramide alimentare

Stare bene vuol dire anche alimentarsi bene. Proponiamo ai bambini un momento di conversazione nel quale poniamo l’attenzione sugli alimenti, ne definiamo il significato e sottolineiamo l’importanza della loro assunzione per il nostro organismo.

Invitiamo poi i bambini ad elencare gli alimenti che conoscono, quelli che gradiscono di più e quelli che invece non amano mangiare.

Realizziamo un cartellone degli alimenti: mettiamo a disposizione dei bambini depliants di supermercati e riviste di cucina e li invitiamo a ritagliare illustrazioni di alimenti, che poi abbiamo incollato su un grosso foglio di carta da pacco.

il cartellone degli alimenti

Conosco il frutto e realizzo il fico

Abbiamo illustrato ai bambini le caratteristiche della pianta del fico e le caratteristiche del frutto, il suo utilizzo in cucina e le sue proprietà nutritive.

Dopo aver scoperto le caratteristiche del fico i bambini ne hanno realizzato uno individuale. Hanno utilizzato la carta vellutata o la carta collage verde per la foglia, che è stata tagliata e incollata su un foglio. Successivamente i bambini hanno colorato l’esterno del fico utilizzando il pennarello viola, per l’interno hanno incollato del riso che, una volta asciutto, è stato poi dipinto con la spugnetta e la tempera rossa. Il fico è stato poi tagliato e incollato sulla sua foglia.

realizzo il fico

Il fico Rodolfo

Il secondo elemento di Foody che abbiamo presentato ai bambini è Rodolfo il fico. Di lui abbiamo raccontato che ama fare palestra ed è molto attento alla sua forma fisica, ci aiuterà a capire che la salute non è soltanto assenza di malattia o stato di completo benessere ma è un equilibrio che coinvolge la totalità del bambino negli aspetti fisici, biologici, psicologici e affettivi. Inoltre comprenderemo che difendere la natura è assolutamente necessario per non mettere a rischio la nostra stessa sopravvivenza. Aiuteremo i bambini a sviluppare una coscienza ecologica che si consoliderà nel tempo.

Lo sport amico dei bambini

Lo sport è un elemento fondamentale per il sano sviluppo dei bambini, tanto da  esser stato riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale. 

Secondo l'art. 31 della Convenzione sui diritti dell'infanzia, "Gli Stati riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica [...]".
 
Per affrontare questo argomento con i bambini, siamo partiti dalla parola “sport” e abbiamo chiesto ai bambini cosa gli viene in mente se diciamo sport. Abbiamo raccolto le loro risposte in una mappa e abbiamo così scoperto che i bambini conoscono molti sport e che come nel gioco anche nello sport ci sono delle regole, si sta insieme ad altri bambini e ci si diverte.

la mappa dello sport

Diritto al gioco

La melagrana Chicca ci ha permesso di introdurre il diritto riguardante il gioco. Per spiegare questo argomento siamo partiti dalle esperienze dei bambini; per questo abbiamo fatto per prima cosa un brainstorming: se dico la parola gioco cosa ti viene in mente…e tante sono state le loro risposte.  Eccone alcune: giocare alla farina, giocare col treno, ai lego, alle bambole, a nascondino ecc…  abbiamo raggruppato le risposte per “categorie” e così i bambini hanno acquisito la consapevolezza che è importante sapere con chi si gioca e che nei giochi ci sono delle regole da rispettare ( si gioca con gli amici, si gioca tutti insieme, nessuno va lasciato solo, non si litiga, non si fa gli sciocchi), che il gioco suscita anche delle emozioni in ognuno di noi: (quando gioco sono felice, litigo ma poi faccio pace con il mio amico, se mi distruggono una costruzione ci rimango male…).

diritto al gioco

In salone: i primi giochi sui numeri

Rubabandiera: è un famosissimo gioco di destrezza, astuzia e movimento che si pratica in palestra o all’aperto. Lo scopo del gioco è il rubare la bandiera e tornare senza essere presi dalla propria squadra. I bambini vengono divisi in due squadre, formate dallo stesso numero di giocatori.

ruba bandiera

Pagine

Abbonamento a RSS - Leoni

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.