Azzurri

Anno scolastico 2018-2019

Tanti giochi sulle emozioni

Indovina l’emozione

La maestra prepara alcuni cartoncini colorati con scritto il nome dell’emozione e la faccina corrispondente. Peschiamo una parola “emozionata” ...e ciascun bambino la interpreta con il linguaggio del corpo. I compagni devono indovinare che emozione è...

azzurri

Cantiamo le emozioni

La giostra delle emozioni è una canzone per far conoscere ai bambini le emozioni che provano, per imparare a riconoscerle e gestirle. Studentesse di Scienze dell’Educazione dell’università di Siena hanno proposto un progetto canzoni per imparare, l’idea è rivolta alle mamme e genitori o alle maestre per coinvolgere i bambini della scuola materna attraverso canzoni che possano insegnare qualcosa e che abbiano movimenti che coinvolgano i bambini. Attività collegata alla canzone è il mimo delle espressioni. Ecco il testo che abbiamo imparato: “la giostra delle emozioni”.

A caccia dell'orso

La storia è stata raccontata e drammatizzata dall'insegnante con il coinvolgimento dei bambini. Attraverso questo testo non è stato difficile per i bambini manifestare le varie emozioni (la paura dell'orso, del bosco, del fiume, della tempesta, della grotta, il desiderio di fuggire per non farsi catturare dall'orso e la gioia di ritrovarsi al sicuro a casa con mamma e papà).

Ne è seguita una bella conversazione con i bambini…ricca di emozioni!

Riordinare con la musica

Per riordinare i giochi della classe viene proposto ai bambini di farlo con la musica: i bambini riordineranno ascoltando una canzoncina dello Zecchino d’oro. Al termine della canzone tutti i giochi dovranno essere in ordine e tutti bambini seduti al loro posto. Funziona!

Azzurri

 

Sono arrabbiato quando?...

Dopo aver ascoltato il racconto dell’albero Giovanni parliamo di “rabbia”.

E’ necessario spiegare ai bambini che la rabbia è un sentimento sano che può essere espresso in modo accettabile. E’ opportuno parlare a lungo della rabbia facendo domande che possano facilitare nel bambino il riconoscimento di questa emozione.

Quando vi è capitato di arrabbiarvi? Quali sono le esperienze che suscitano rabbia nella vita di tutti i giorni?

Viene posta ai bambini questa domanda e queste sono le loro risposte:

Insegnare a guardare le emozioni

Un’altra attività che attraverso il gioco aiuta molto, fin da piccoli, a relazionarsi con le emozioni e a riconoscerle è quella di fermarsi ad osservare le persone o le immagini nei libri e sulle riviste. Un ruolo importante lo ha chi conduce il gioco, l’insegnante, chiedendo “Secondo te questa persona o questo personaggio che emozione prova. Perché?” Invitando i bambini a riconoscere i segnali delle emozioni positive o negative.

azzurri

Imitiamo le emozioni

I bambini giocano ad imitare le 4 emozioni: GIOIA TRISTEZZA PAURA RABBIA confrontandosi con gli altri... guardandosi allo specchio. In seguito riproducono graficamente l’esperienza vissuta.

azzurri

L’albero Giovanni e la neve

Una nuova avventura dell'albero Giovanni. In autunno i suoi amici uccelli sono partiti per i paesi caldi. E Giovanni è molto triste. Ora è arrivato l'inverno e lo ha coperto di neve: l'albero Giovanni ha molto freddo e si sente ancora più solo. Per fortuna arrivano i bambini a giocare con lui.

azzurri

A scuola con le emozioni

Le emozioni stanno assumendo un ruolo sempre più significativo, lo sviluppo delle emozioni positive migliora l’apprendimento, il clima della classe, i rapporti con gli insegnanti e tra i bambini stessi e sostiene la loro crescita psicologica. L’emozione non solo è al centro dell’individuo ma è espressione stessa della vita; pertanto si può dire che sapere riconoscere, ascoltare e rispettare le emozioni altrui, significhi ascoltare e rispettare le persone nella loro globalità.

Pagine

Abbonamento a RSS - Azzurri

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.