Draghetti

Storia del drago buono che tutti credevano cattivo

Per concludere il primo periodo di inserimento nel gruppo, i bambini hanno drammatizzato una storia con protagonista un drago, hanno scelto una maschera da colorare e l'hanno indossata per interpretare quel personaggio.

Storia del drago buono che tutti credevano cattivo.

Tanti tanti anni fa in un bel paesino di montagna viveva un grande drago tutto verde con la pancia gialla gli occhi viola e la lingua rossa come il fuoco. Come ogni drago tutte le volte che apriva bocca emetteva delle terribili fiammate che distruggevano tutto nel raggio di venti metri. Per questo motivo gli abitanti del villaggio ne erano terrorizzati

Draghetti

 

Anno scolastico 2016/2017

Anno scolastico 2015/2016

Il saggio di teatro

Al termine del corso di teatralità i bambini hanno preparato un saggio conclusivo del percorso che hanno intrapreso durante l'anno scolastico. Il saggio, dal titolo "In viaggio con Josephine", si è svolto nel pomeriggio di venerdì 6 maggio 2016. Lo spettacolo presentato dai bambini ha ripercorso le tappe fondamentali del progetto interculturale di quest'anno. I draghetti hanno raffigurato a turno l'aspetto fisico dei tre continenti, dopodiché ogni gruppo ha messo in scena una particolare caratteristica di quel luogo. I draghetti azzurri di Anna hanno rappresentato il sud-America, ballando e recitando sulle note della samba brasiliana e cantando una canzone dal titolo "La samba dei pappagalli".

draghetti

Un viaggio alla scoperta della fauna…

...per scoprire alcuni animali che popolano gli immensi paesi che stiamo conoscendo. Anche per questo argomento si partirà dall’osservazione di immagini sui libri e sul tablet per identificare gli animali tipici dei nostri quattro Paesi. Individueremo alcune caratteristiche: colore del manto, dimensioni e curiosità. Al termine del percorso i bambini saranno in grado di stabilire una corrispondenza tra ambienti e animali, imparando a collocarli nell'habitat corretto, attraverso un minuzioso lavoro di taglio e incollo e attraverso tutte le notizie ascoltate.

draghetti

La flora

La flora di un territorio o di un paesaggio costituisce la descrizione e la classificazione delle specie vegetali presenti sul territorio stesso. La vegetazione dell’America meridionale varia in base alle diverse regioni climatiche. Le aree dal clima tropicale presentano un fitto manto di foresta pluviale, la selva. Questa regione forestale, la più estesa del mondo è ricca di piante tropicali dal legno duro come le palme.

draghetti

Le bellezze architettoniche

Scopo di questa parte del programma è far conoscere ai bambini alcuni ambienti “artificiali” cioè interamente pensati e realizzati dall’uomo. Questo aspetto potenzia soprattutto la capacità di osservare, di descrivere e di rappresentare. E’ importante per i bambini elaborare e realizzare i propri progetti, cogliere e organizzare informazioni ricavate dall’ambiente e individuare le relazioni tra "l'oggetto" realizzato e i bisogni dell'uomo. Per le spiegazioni ci siamo avvalsi di brevi documentari, libri della biblioteca e immagini dal web. La visione dei filmati e dei libri ha permesso ai bambini  di capire a fondo l’argomento  trattato.

Cina

Per la Cina la nostra scelta non poteva che orientarsi sulla Grande Muraglia.

Le bellezze architettoniche

Giochiamo con i giornali

Abbiamo proposto ai bambini alcuni giochi psicomotori utilizzando la carta del giornale quotidiano. Al termine dei giochi i bambini hanno fatto una rielaborazione grafica dell’esperienza vissuta.

Giochiamo con i giornali

Indovina, indovinello..che festa è?

La festa delle lanterne è una delle più belle e divertenti del calendario cinese grazie, anche, alle varie e colorate attività che la caratterizzano. Il nome deriva dall'usanza di accendere un gran numero di lanterne durante le ore notturne. Le attività che si svolgono in questa giornata comprendono spettacoli di fuochi d'artificio e danze popolari. Innumerevoli indovinelli vengono scritti su pezzi di carta ed incollati alle lanterne appese in luoghi pubblici, di modo che chiunque possa leggerli e divertirsi nel cercare la soluzione. Chi pensa di avere la risposta giusta può tirare una cordicella e la sua risposta verrà verificata dagli organizzatori dell'evento.

draghetti

I tratti somatici

I tratti somatici sono i lineamenti del viso che ci contraddistinguono. Sono quelli che individuano una razza, una etnia o un popolo. Pensate agli occhi a mandorla dei cinesi. Somatico deriva dal greco Soma - Somatos che vuol dire corpo. Dunque, sono i tratti che caratterizzano il corpo e rendono l'aspetto diverso dagli altri. Per la spiegazione dei diversi caratteri somatici siamo partiti dall’osservazione delle immagini dei libri. I bambini hanno osservato la differenza della forma degli occhi, del colore della pelle, dei capelli. All’osservazione è seguita una conversazione e poi i bambini hanno completato un elaborato dove erano raffigurati tre visi delle tre diverse etnie: in un foglio a parte erano raffigurati gli occhi delle tre diverse etnie, ogni bambino ha tagliato gli occhi e li ha incollati sul viso giusto. In seguito hanno colorato con gli acquerelli i visi e incollato la lana per fare i capelli.

draghetti

Pagine

Abbonamento a RSS - Draghetti

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.