Draghetti

Più puliti più sani

Al termine di una conversazione guidata, i bambini hanno compreso che, per mantenersi in salute, è indispensabile anche un’accurata igiene personale e ambientale. Hanno così realizzato un cartellone sul quale hanno incollato immagini di prodotti per la pulizia della persona (bagnoschiuma, sapone, shampoo, dentifricio, …) e degli ambienti (detersivo per pavimenti, sgrassatore, strofinacci, …) dopo averle ricercate e ritagliate da giornali e riviste.

cartellone sull'igiene

Arabella e l’articolo 12: ogni bambino ha il diritto di esprimere le proprie opinioni

Per  decorare Arabella quale materiale migliore se non proprio le bucce d’arancia?

l'arancia Arabella

Brainstorming: ascolto

Per questa ragione abbiamo proposto un brainstorming sulla parola “ascolto”.

brainstorming

Posso dire la mia? Io parlo tu ascolti, tu parli io ascolto

Cosa significa ascoltare? Intervistiamo i bambini per vedere se hanno capito il significato più profondo di questa parola. Tutti hanno risposto correttamente: ascoltare significa prestare attenzione a chi parla. Se tutti quanti ascoltassimo di più anche i bambini più timidi e riservati verrebbero stimolati ad esprimersi.

attività sull'ascolto

Circle time: proposte per la festa di fine anno

Dopo la grammatica..la pratica. Ora che i bambini hanno capito che è importante ascoltarsi a vicenda per essere maggiormente motivati ad esprimersi, proviamo a metterlo in pratica. Per questa ragione dato l’avvicinarsi della festa di fine anno, ci disponiamo in cerchio

circle time

Tu cosa vedi

Esprimi il tuo parere. Osservazione del dipinto dell’Arcimboldo.
Per consolidare il concetto precedente, proponiamo ora un'altra attività, ma questa volta ogni alunno è a tu per tu con l’insegnante. Mostriamo il dipinto “L’ortolano o Ortaggi in una ciotola” dell’Arcimboldo e chiediamo al bambino un’opinione sul quadro.

quadro arcimboldo

Storie a confronto

La nostra amica Arabella ci insegna, oltre al diritto ad esprimere la propria opinione, anche il diritto al rispetto della propria vita privata, il numero 16 della Convenzione dei diritti dei bambini. L’obiettivo è far capire ai bambini che ognuno ha diritto ad essere rispettato nella sua persona e negli oggetti di sua proprietà o a lui assegnati. L’attenzione alla privacy, soprattutto nei bambini, porta al rafforzamento del senso dell’individualità di ciascuno. I bambini devono rispettare i giochi degli altri, non essere invadenti tra loro, e naturalmente, avere cura e riguardo dei propri oggetti per evitare che vengano rovinati.
Le insegnanti introducono l’argomento leggendo ai bambini due storie: “La camicia dell’uomo felice” e “Carlotta e il siario segreto”.

storie a confronto

Il diario segreto

Il racconto de “Carlotta e il diario segreto” ha dato lo spunto  affinché ciascun bambino realizzasse il proprio diario segreto

il diario segreto

La mia cameretta – Il mio spazio

Dopo aver letto la storia de “L’uomo con la camicia felice” nella quale le guardie del re, alla ricerca della camicia, si sono permesse di mettere mani negli effetti personali delle persone, invadendo i loro spazi e la loro privacy, le insegnanti hanno conversato insieme ai bambini in merito a quello che è il loro spazio privato a casa.

L'orto

Lunedì 30 Marzo 2015 nonno Filippo, nonno Vincenzo e zio Matteo sono venuti a scuola per preparare il terreno e seminare il nostro orto. Dapprima hanno estirpato le erbacce, poi con la vanga, hanno dissodato il terreno, e infine hanno messo il concime.

il nostro orto

Pagine

Abbonamento a RSS - Draghetti

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.