Arancioni

Farfall…arte

La primavera è una stagione davvero meravigliosa che ci porta mille doni… sole finalmente tiepido, fiori e profumi nuovi e tanti piccoli amici tra cui le farfalle. Abbiamo quindi deciso di colorarle con le tempere, ma in modo un po’ originale imitando i pittori più o meno famosi che dipingono i loro quadri usando linee curve, ondulate, a zig- zag, con i puntini…Con l’aiuto del tablet siamo andati alla ricerca di qualche idea da cui prendere ispirazione.

arancioni

Il cartellone dell'inverno

Dopo avere realizzato i disegni con la digito- pittura, i bambini hanno realizzato tutti insieme un cartellone che rappresentasse un paesaggio invernale sperimentando, come in altre occasioni, il piacere di cooperare con i compagni per il raggiungimento di un fine comune. Dopo avere osservato il materiale messo a loro disposizione, hanno cominciato a fare delle ipotesi sul come poterlo utilizzare e…piano piano…il cartellone ha cominciato a “prendere vita”. Sono apparsi via, via, una coltre di neve, alberi spogli e “ghiacciati”(come loro li hanno definiti) e simpatici pupazzetti di neve.

Arancioni

 

Disegni con le riviste

I bambini si sono divertiti a realizzare dei “disegni” ritagliando da delle riviste messe a loro disposizione immagini che in qualche modo attirassero la loro attenzione.

Arancioni

 

Rudolph la renna

Aspettando il Natale i bambini Arancioni hanno ascoltato la storia della piccola renna Rudolph (vedi allegato) parteggiando per lei che veniva presa in giro dalle compagne a causa del suo nasone rosso. Che soddisfazione per loro quando proprio quell’ ingombrante naso si rende indispensabile  per guidare  Babbo Natale nella nebbia ed aiutarlo a rendere  felici tutti i bambini del mondo. I bambini hanno avuto modo di riflettere su quanto sia “brutto” prendere in giro qualcuno ritenendolo in qualche modo diverso e si sono resi conto che questo comportamento non è certo da “veri amici”. Hanno quindi realizzato dei simpatici “ritratti” di Rudolph stampandone le corna con le loro mani…

arancioni

Albero di Natale

Sentimenti di gioia e condivisione con il prossimo: il Santo Natale suscita in noi sentimenti di armonia e voglia di trascorrere momenti felici con le persone a noi più vicine. Per  i bambini “arancioni”, preparare insieme l’albero di Natale per la classe è stato un momento speciale di condivisione oltre che di attesa per  il “compleanno” di Gesù. Tutti hanno collaborato realizzando un disegno a tema natalizio: la capanna di Gesù, alberelli, pupazzi di neve, stelle…

arancioni

Foglie d’autunno

Le attività pomeridiane che durante quest’anno scolastico desidero proporre ai bambini “Arancioni” saranno basate sulla  costruzione e sulla creatività. Il bambino sperimenta le sue doti di inventore e la sua manualità, coinvolgendo a tale scopo le sue “facoltà fisiche e intellettive”.

Grazie all’utilizzo delle diverse tecniche di manipolazione i bambini potranno  esprimere la loro creatività e la loro fantasia riuscendo a costruire oggetti fatti con le proprie mani  che potranno utilizzare anche per giocare.

 Le mani , per i bambini, sono l’organo di prensione  della mente,  lavorando sulla creatività si danno gli strumenti per sviluppare al meglio le potenzialità cognitive, espressive e creative, mediante un rapporto diretto con le cose, con i materiali con la realtà.

La creatività è la capacità di prendere spunto dalla fantasia per realizzare qualcosa di nuovo nella realtà, infatti, essa è la capacità di ogni essere umano di realizzare concretamente le sue fantasie.

Per cominciare questo “percorso”, dopo avere osservato i mutamenti atmosferici intorno a noi,  abbiamo utilizzato dei semplici fogli di carta colorata (rossi, gialli e arancioni), ma soprattutto le nostre mani.

IArancioni

 

Anno scolastico 2016/2017

Anno scolastico 2015/2016

Il porcospino monello

Ecco un’altra storia dai nostri amici folletti, instancabili lettori! Questa volta il protagonista è un piccolo porcospino in verità poco simpatico! Se ne sta sempre sulle sue e si tiene a distanza dagli altri abitanti del bosco … come mai? Leggendo insieme la storia abbiamo capito in quale errore il nostro piccolo amico era caduto e abbiamo riflettuto sul fatto che anche noi potremmo facilmente incappare nella sua stessa situazione. A volte è facile rinchiudersi in se stessi ed addossare a chi ci sta vicino la responsabilità di una situazione non semplice, senza renderci conto che a volte basterebbe un sorriso, un saluto e … saremmo tutti più felici! Per ricordarci il messaggio che Biblio e Teca ci hanno voluto mandare abbiamo realizzato tutti insieme un cartellone che raffigura il nostro nuovo amico usando semplicemente le nostre mani e le tempere.

arancioni

 

Il brutto anatroccolo

Biblio e Teca, sono davvero degli amici fantastici, non si dimenticano mai di noi  e di portarci delle storie bellissime. Stavolta ci hanno fatto avere una fiaba davvero molto bella che sicuramente tutti conoscono, ma che per noi bambini ha davvero un “gusto” speciale. Se c'è un periodo della vita nel quale è facile sentirsi inadeguati è proprio l'infanzia. Durante questa fase si ricevono spesso delle critiche: sei pasticcione, distratto, cattivo, pauroso, timido... Alcuni di questi rilievi sono veri: i bambini devono imparare tutto. Accanto all'entusiasmo e alla curiosità per un mondo che ancora non conoscono, i bambini provano anche sconforto e frustrazione per il loro sentirsi inadatti (sentimento simboleggiato nella fiaba da un aspetto grigio e sgraziato). È di grande consolazione scoprire che tutto ciò è "normale": un cigno, da piccolo, non può che essere fatto così.

Pagine

Abbonamento a RSS - Arancioni

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.