Arancioni

Il gigante egoista

I nostri amici Biblio e Teca che, come ormai sapete bene adorano i libri, ci hanno fatto trovare a scuola un bellissimo racconto: quello del Gigante Egoista (vedi allegato).
La maestra ci ha letto questa storia molto bella che ci ha aiutati a riflettere e a discutere tra di noi sul significato dei termini egoista  e generoso.
Ne è emerso che noi bambini abbiamo ben chiaro il significato di queste parole e che non vogliamo assolutamente diventare come il protagonista della storia che davvero non “spiccava” per bontà e gentilezza. Per ricordarci meglio quanto Biblio e Teca hanno voluto richiamare alla nostra attenzione, abbiamo fatto dei bellissimi disegni del gigante ( proporre ai bimbi di disegnare o argomentare ciò che li ha colpiti di più, permette loro di sperimentare il contatto con le proprie emozioni e la consapevolezza del proprio vissuto).

Il gigante egoista

Il pesce d’aprile

Il primo giorno di aprile, Biblio e Teca, ci hanno riservato una piccola sorpresa: invece della storia che ormai ci aspettiamo da loro, ci hanno fatto trovare notizie su come è nata l’usanza di fare degli scherzetti in questa giornata (vedi allegato).
Ciò ci ha dato lo spunto per “ragionare” un po’ su quale sia il “confine” ( non sempre chiaro a tutti) fra “scherzetto”  e” dispetto”. Tutti abbiamo infine concordato sul fatto che gli scherzi devono essere divertenti e far sorridere anche coloro che li ricevono, i dispetti … non fanno ridere nessuno!
Abbiamo quindi realizzato dei simpatici “pesciolini d’aprile” utilizzando diverse tecniche di coloritura. Ognuno di noi ha usato a piacere pennarelli, acquarelli, brillantini, collage…

Il pesce d’aprile

Cartellone della primavera

Finalmente!!! Stavolta ci siamo!!! La primavera è davvero arrivata!!!
Anche Biblio e Teca ne sono felici ed hanno voluto condividere  con noi la loro gioia regalandoci una nuova, bellissima favola per scoprire l’empatia attraverso la sollecitazione all’amore per il creato, al valore dell’amicizia e dello stare insieme in armonia al fine di facilitare relazioni e gestire le proprie emozioni: quella di Primula e Bocca di Leone (vedi allegato).
Dopo avere ascoltato una così bella storia, abbiamo deciso di salutare l’arrivo della primavera realizzando un bel cartellone con il quale abbellire la nostra aula.
Per prima cosa abbiamo colorato un bel prato ed il cielo “stampandoli” con le nostre  mani.

Cartellone della primavera

I pagliacci

Anche quest’anno il Carnevale è finalmente arrivato portando a grandi e piccini allegria, spensieratezza e voglia di divertirsi tutti insieme. Nell’immaginario dei bambini, uno tra i personaggi che per primi fanno pensare alle risate è quello del pagliaccio e probabilmente proprio a questo hanno pensato i nostri amici Biblio e Teca nel mandarci una simpatica storiella su un bambino il cui desiderio era  quello di essere un pagliaccio e di lavorare in un circo. Dopo averla ascoltata con attenzione divertimento, i bambini hanno realizzato delle “faccine” da pagliacci colorandole con tempere e pennelli (vedi allegato).

arancioni

Lanterne

I nostri nuovi amici Biblio e Teca sono tornati a trovarci per vedere se avevamo accolto il loro invito ad addobbare l’albero di Natale nella nostra classe. Hanno apprezzato l’alberello super- tradizionale con palline colorate di azzurro (per i maschietti) e di rosa (per le bambine) che abbiamo preparato e così pure il nostro piccolo presepe.

Lanterne

Gli amici folletti

Qualche giorno fa abbiamo trovato nella nostra classe un misterioso “plico”.

arancioni

Ancora una storia da Ombretta

Per l’ennesima volta Ombretta ha “scovato” per noi una nuova storia, precisamente la “storia del prato verde”, disponibile in allegato.
L’abbiamo ascoltata con l’attenzione di sempre e ci è piaciuta molto: racconta di una bambina che scopre una radura bellissima  e ne parla con entusiasmo a tutti quelli che conosce e che a loro volta vi si recano.
Purtroppo tanti di loro non hanno per la natura il giusto rispetto ed in poco tempo quella magnifica radura si trasforma in una discarica a cielo aperto con grande dolore della bambina che l’aveva scoperta.
La piccola cerca di rimediare ripulendo, ma prima che tutto torni com’era ci vorrà del tempo, lei però diventerà adulta con la consapevolezza che la natura è un bene prezioso di cui tutti devono poter godere.

Andiamo anche in montagna

Non tutti però andremo al mare, qualcuno di noi passerà le sue vacanze in montagna.

disegno della montagna

Un simpatico pesciolino

Nei giorni seguenti ci siamo divertiti ad individuare in un disegno un po’ misterioso un simpatico pesciolino.
È apparso quasi magicamente colorando con tempere e pennelli negli spazi contrassegnati da un puntino.

coloro un pesciolino

Arriva l’estate

Anche Ombretta si è accorta che l’estate sta per arrivare insieme alle sospirate vacanze, ci ha quindi mandato una simpatica filastrocca (disponibile in allegato) che parla della felicità dei bambini all’idea di prepararsi a condividere con mamma e papà nuove esperienze al mare.
“Pregustando” la più o meno imminente partenza i bambini hanno realizzato un cartellone. Hanno dipinto uno splendido cielo azzurro con le spugnette, hanno incollato della farina gialla che rappresenta una spiaggia dorata e con la tempera azzurra il mare con belle onde create usando delle forchette di plastica.

cartellone dell'estate

Pagine

Abbonamento a RSS - Arancioni

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.