Arancioni

Andiamo anche in montagna

Non tutti però andremo al mare, qualcuno di noi passerà le sue vacanze in montagna.

disegno della montagna

Un simpatico pesciolino

Nei giorni seguenti ci siamo divertiti ad individuare in un disegno un po’ misterioso un simpatico pesciolino.
È apparso quasi magicamente colorando con tempere e pennelli negli spazi contrassegnati da un puntino.

coloro un pesciolino

Arriva l’estate

Anche Ombretta si è accorta che l’estate sta per arrivare insieme alle sospirate vacanze, ci ha quindi mandato una simpatica filastrocca (disponibile in allegato) che parla della felicità dei bambini all’idea di prepararsi a condividere con mamma e papà nuove esperienze al mare.
“Pregustando” la più o meno imminente partenza i bambini hanno realizzato un cartellone. Hanno dipinto uno splendido cielo azzurro con le spugnette, hanno incollato della farina gialla che rappresenta una spiaggia dorata e con la tempera azzurra il mare con belle onde create usando delle forchette di plastica.

cartellone dell'estate

Una chiocciola troppo veloce

La nuova storia che Ombretta la Civetta ci ha mandato questa volta ci ha fatto riflettere sul fatto che ognuno di noi sia pure con caratteristiche diverse è importante e può essere di aiuto agli altri anche se in alcune circostanze possiamo sentirci “inadeguati”
La chiocciolina Fregola si sentiva molto a disagio a causa della sua velocità che la faceva sentire “diversa” dalle altre chiocciole che invece si muovevano con grande lentezza.
Sentirsi compresa ed accettata per ciò che era l’ha resa felice e le ha dato modo di mettere a disposizione degli altri la sua particolare attitudine.

La bella farfallina

Ombretta la Civetta questa volta ci ha mandato una storia molto carina (disponibile in allegato) che ha per protagoniste una mosca, un’ape ed una coccinella intenzionate a partecipare ad un concorso di bellezza. Ognuna di loro è sicura di poter vincere e tutte sottovalutano il desiderio del bruco di partecipare a sua volta.
Sono convinte che la sua bruttezza non gli dia alcuna speranza, ma quando lui si trasforma in una splendida farfalla invece di esserne felici si rivelano molto invidiose ed infastidite dal suo nuovo aspetto.
La farfalla ne rimane talmente dispiaciuta da essere disposta a rinunciare al concorso piuttosto che alla loro amicizia. Ciò le fa “rinsavire” e le aiuta a comprendere che la vera amicizia non può essere rovinata dall’invidia e che il successo dell’amica è anche il loro.
I bambini sia pure in modo proporzionato alla loro età hanno dimostrato di avere compreso l’insegnamento di questa storia e l’hanno rielaborata con dei bei disegni colorati con la tecnica dell’acquarello.

coloro la farfalla

È primavera

Alla Civetta Ombretta non poteva certo sfuggire che intorno  a noi tante cose stanno cambiando … Le temperature sono più miti, le giornate si allungano, gli alberi sono ricoperti da bellissimi fiorellini colorati e fiori altrettanto belli “occhieggiano” nei prati. È proprio arrivata la primavera!

Ombretta questa volta ci ha mandato al posto della solita storia una bella poesia (disponibile in allegato) leggendo la quale  abbiamo “ritrovato” ciò che vediamo accadere sotto i nostri occhi.

I bambini hanno realizzato dei semplici elaborati dal “sapore” primaverile utilizzando tecniche pittoriche diverse: i più grandicelli si sono cimentati nel colorare un alberello carico di fiorellini rosa con la tecnica del puntinismo che ha richiesto da parte loro molta attenzione e coordinazione oculo – manuale.

attività di primavera

Disegni per papà

Ogni bambino proietta nel disegno le proprie emozioni e i propri desideri, anzi, durante l’età evolutiva, la rappresentazione grafica è il canale privilegiato di comunicazione.Rivela gli sforzi, gli entusiasmi, le difficoltà, le paure nel suo cammino verso l'autonomia.

Per la maggior parte dei bambini il disegno è un’attività molto piacevole: sentire la matita che scorre libera su un foglio e che dalla pressione della propria mano escono forme, figure e colori aumenta nel piccolo il senso di fiducia in se stesso e di autostima. Mostrare ai genitori ciò che è stato prodotto e sentirsi gratificato riempie di orgoglio il piccolo artista. Insomma, è bello lasciare un segno del proprio passaggio, se poi come in questo caso viene a loro proposto di dedicare un disegno ad una persona particolarmente vicina e alla quale sono affettivamente ed emotivamente legati come il papà il coinvolgimento è davvero totale.

disegno per il papà

Festa del papà

In occasione della festa dei nostri papà, la Civetta Ombretta ci ha portato una bellissima storia su come Dio Padre li ha creati (la storia è disponibile in allegato).

Noi bambini abbiamo capito quale dono immenso sia avere vicino i nostri papà che ci aiutano a diventare grandi, ci proteggono e ci amano. Per festeggiarli nel migliore dei modi  abbiamo voluto realizzare un cartellone dedicato a tutti loro.

Sulla grande sagoma di un papà che rappresenta tutti i nostri, abbiamo incollato dei pezzetti di carta colorata  opportunamente strappati per “colorare” la camicia, i pantaloni e le scarpe.

attività sulla festa del papà

Maschere di Carnevale

La nostra amica Ombretta ha avuto un a bellissima idea! Durante una delle sue “incursioni” notturne, ha notato che avevamo in classe molti ritagli di cartoncino colorato, ci ha quindi suggerito di utilizzarli per realizzare delle mascherine di Carnevale originali e personalissime! L’idea ci è piaciuta e ci siamo subito messi all’opera, rovistando fra i ritagli per scegliere quelli più colorati  e adatti alla maschera che ognuno di noi aveva pensato di farsi.

arancioni

La storia di Arlecchino e Colombina

Come ormai tutti sapete, la nostra amica Ombretta la Civetta, continua a portarci storie bellissime  che a noi piace molto ascoltare perché oltre  ad essere divertenti, in esse troviamo sempre dei messaggi importanti sui quali riflettere. Naturalmente in questi giorni Ombretta non poteva farci mancare una bella storia di Carnevale (vedi allegato), nella quale i protagonisti, Arlecchino e Colombina, avevano chiesto l’aiuto di Pulcinella per preparare dei buoni dolcetti. Pulcinella non era stato di nessun aiuto e fingendo un forte mal di pancia si era “defilato”  salvo poi mangiarsi i dolci di nascosto. Ma…le bugie hanno le gambe corte!! Arlecchino e Colombina lo hanno colto in flagrante e l’hanno “sistemato”. A noi il comportamento di Pulcinella non è proprio piaciuto, non ci è sembrato per niente bello imbrogliare gli amici per non aiutarli. Speriamo che la lezione ricevuta gli sia servita per diventare meno pigro e meno bugiardo. Noi bambini ci siamo divertiti a colorare i personaggi “positivi” di questa storia: Arlecchino e Colombina.

arancioni

Pagine

Abbonamento a RSS - Arancioni

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.