Tu sei qui

Archivio News

Cerca
Pubblicata il 07/03/2019

FESTA DEL PAPA’

Caro papà quest’anno, in occasione della prossima festività a te dedicata, le maestre della Scuola dell’Infanzia “Adele” hanno

organizzato un bellissimo momento di condivisione.

Pubblicata il 05/03/2019

La Scuola dell’Infanzia “Adele” propone ai bambini grandi e mezzani un percorso di arte ed immaginazione attraverso il racconto dell’Ultima Cena di Leonardo;

Pubblicata il 26/02/2019

In allegato è disponibile la copia del terzo numero del Giornalino della Scuola dell'infanzia Adele, del mese di febbraio.

Pubblicata il 26/02/2019

La musica è uno strumento multidimensionale. Musica è corporeità e movimento, suono, voce. Musica è un canale attraverso cui favorire l’esplorazione di sé e dell’altro, l’espressione verbale e non verbale dell’emozione e del sentimento, la creatività. Musica è l’incontro con l’altro, lavoro di gruppo. Musica è un linguaggio in trasformazione nello spazio e nel tempo.

L’ascolto della musica e la manipolazione sono per i bambini attività molto gradite. Noi l'abbiamo sperimentato personalmente!

Sulle note della musica

Pubblicata il 26/02/2019

Dopo aver letto in classe il racconto “Piccolo Do va al circo”, abbiamo cercato anche noi di rivivere l’esperienza del nostro simpatico amico. Ecco allora che abbiamo ascoltato il brano Studio op.10 n° 1 di F. Chopin: ci siamo sdraiati a terra per rilassarci il più possibile, abbiamo chiuso gli occhi e abbiamo iniziato a sognare, imitando Piccolo Do che con questa musica ha immaginato ad occhi chiusi i volteggi dei trapezisti.

Il Carnevale con Piccolo Do

Pubblicata il 26/02/2019

Alla cortese attenzione dei genitori dei bambini grandi

Pubblicata il 25/02/2019

“Dorothy, mentre è in cammino verso il regno di Oz, incontra uno strano personaggio: uno spaventapasseri, fermo iimpalato nel centro di un campo di grano. La bambina aiuta lo spaventapasseri e lo toglie da quella sua situazione scomoda e lo spaventapasseri, saputo del progetto di Dorothy di andare da un famoso mago per chiedergli un favore, decide di accompagnarla per poter chiedere, al grande mago di Oz, un cervello che pensa di non avere e che tanto desidera”.

Inizia così la nostra conoscenza del secondo personaggio di questa storia: lo spaventapasseri. Con la tecnica dell’impronta colorata ogni bambino ha realizzato la sagoma del proprio spaventapasseri che è stato poi decorato con carta colorata, paglia e stuzzicadenti.

Lo spaventapasseri

 

Pubblicata il 25/02/2019

Che sorpresa per i bambini della sezione primavera!

Hanno trovato un bellissimo teatrino, delle marionette, la maschera da lupo, un cappuccio rosso e un libro.

Cappuccetto Rosso

Pubblicata il 25/02/2019

I bambini hanno trovato una coloratissima sorpresa; all’interno della sezione vi erano  dei contenitori pieni di coriandoli e di materiale da utilizzare per il gioco dei travasi.

La battaglia dei coriandoli

Pubblicata il 24/02/2019

Sarà  anche vecchio e pazzo come recita una famosa filastrocca di G. D’Annunzio ma il Carnevale è una delle ricorrenze più amate dai bambini.

Per abbellire la sezione primavera i bambini hanno realizzato un divertente pagliaccio; le loro manine  si sono trasformate o in  pazzi capelli sparati in aria 

W il carnevale

o nel classico papillon tipico da clown.

Pubblicata il 24/02/2019

Con la visione dello spettacolo messo in scena a scuola e con la lettura del libro, ha preso il via il programma annuale incentrato sul racconto “Il Mago di Oz” di L. Frank Baum.

 I bambini del gruppo dei grandi focalizzeranno la loro attenzione sugli aspetti caratteriali  dei  personaggi principali, primo fra tutti Dorothy, una ragazzina che, malgrado le difficoltà, non si scoraggia e va avanti con tenacia per raggiungere il suo obiettivo: tornare a casa.

Sull’esempio di Dorothy, le insegnanti hanno portato i bambini a compiere un “viaggio introspettivo” che li ha aiutati a capire che, ciascuno di noi, ha le capacità per poter superare eventuali ostacoli che si incontrano sulla strada che si decide di percorrere per raggiungere uno scopo.

 Le attività pensate per rielaborare questa prima parte del percorso, hanno portato alla realizzazione di un cartellone

Dorothy

Pubblicata il 24/02/2019

Proseguono i nostri pomeriggi di gioco, questa volta ci siamo dedicati e appassionati al gioco dell’oca, è un tipo di gioco da tavolo tradizionale per bambini. Si tratta di un gioco di percorso estremamente semplice, in cui il vincitore è determinato esclusivamente dalla sorte.

Il gioco dell'oca

Pubblicata il 24/02/2019

Cari papà e mamme,

Vi informiamo che nei pomeriggi di

mercoledì 27 febbraio 2019
mercoledì 20 marzo 2019
mercoledì 27 marzo 2019

verranno a farci visita gli anziani dell'RSA di Lainate.

N.B. vedi allegato

Pubblicata il 24/02/2019

La scoperta di van Gogh da parte degli Arancioni continua con l’osservazione di una delle sue opere più famose: la “notte stellata”.Anche in questa occasione la lim ci è stata utilissima per poter ammirare questo meraviglioso dipinto.

stellato

Pubblicata il 24/02/2019

Il laboratorio prende le mosse dal “fare” dei bambini, rappresenta di per sé una componente fondamentale del percorso didattico ed educativo. I bambini vengono messi in situazioni tali da poter sperimentare percorsi percettivi, di manipolazione dei materiali, di conoscenza dello spazio e del corpo, attraverso esperienze di esplorazione e di movimento. Abbiamo quindi preparato per loro diverse scatole contenenti materiali di tipo diverso: lana, conchiglie, tappi di sughero, granaglie, pasta, paglia, cubetti di legno … invitandoli a toccarli inizialmente con le mani.

tatto

Pubblicata il 24/02/2019

L’incontro di Dorothy con la strega del Nord ci permette di presentare la strega buona contrapposta a quella cattiva, uccisa proprio dalla casa di Dorothy e alla quale la bambina prende le scarpette rosse.

contrari

Pubblicata il 24/02/2019

Il corpo è per il bambino in età prescolare lo strumento principale per conoscere se stesso e il mondo circostante. Con il corpo il bambino esplora e sperimenta l’ambiente, si coinvolge nella relazione con lo spazio, gli oggetti, gli altri e va costruendo via via il suo sé in base alle esperienze che vive.Tra i differenti materiali che i bambini incontrano, la carta rappresenta un oggetto estremamente versatile e con grandi potenzialità.

carta

Pubblicata il 24/02/2019

Per conoscere bene ed interiorizzare la figura della piccola Dorothy abbiamo realizzato un suo “ritratto” a figura intera, colorandolo con le tempere.

scarpe

Pubblicata il 24/02/2019

I nostri nonni , nella loro intervista, ci hanno spiegato che un tempo i giocattoli erano pochi e che molti li costruivano loro con il materiale che avevano a disposizione inutilizzato: vecchi stracci, barattoli di latta, sassi, carta, scatoloni ecc… Per questo motivo abbiamo voluto provare a realizzare un gioco con le nostre mani, proprio come facevano i nostri nonni da piccoli. In occasione del carnevale, ormai alle porte, abbiamo costruito lo “spara coriandoli” fatto con un rotolo di carta igienica, un palloncino e della carta da regalo.

giocattolo

Pubblicata il 24/02/2019

Un altro gioco di ieri, molto usato dai nostri nonni è quello del salto alla corda. Consisteva nel saltare una corda che veniva fatta oscillare al di sotto dei piedi e al di sopra della testa. Il materiale era una semplice: una corda.

corda

Pagine

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.