Tu sei qui

Luglio 2019

Aggiornamento sito della Scuola dell'Infanzia Adele

Buongiorno a tutti!

Abbiamo aggiornato il

sito della "Scuola dell'Infanzia Adele"

http://www.maternadele.it

Sezioni aggiornate:

   *  Arancioni
   *  Azzurri
   *  Blu
   *  Gialli
   *  Verdi
   *  Rossi
   *  Sezione Primavera
   *  Delfini
   *  Draghetti
   *  Leoni
   *  Pre e dopo scuola
   *  Iniziative
   *  Giornalino
   *  Religione

Buona lettura a tutti.

Le insegnanti

Come Kandinsky

Oggi abbiamo preso in esame un pittore famoso: Kandinsky, che con le sue forme geometriche, i suoi colori “emozionali” e la musicalità che contraddistingue tutto il periodo astratto, è un artista a cui i bambini si sentono in realtà molto affini, e fin da subito ne vengono attratti.Nel laboratorio su Kandinsky che propongo vi sono diversi obiettivi didattici e formativi: Conoscere l’opera di questo straordinario pittore, sviluppare le abilità manuali acquisire una nuova tecnica per esprimersi in modo personale. operare scelte di colori da sovrapporre e percepirne la combinazione cromatica ottenuta.

kandinsky

Il gioco dei chiodini

Sicuramente conoscerete il gioco dei chiodini, un intramontabile passatempo creativo che piace moltissimo ai bambini. Lo scopo del gioco è realizzare disegni di vario genere sfruttando la base e utilizzando i chiodini dei diversi colori a disposizione. Si viene dunque a creare una sorta di mosaico in rilievo, colorato e artistico a seconda delle capacità e dell’età del bambino.

chiodini

La stanza di Van Gogh

La stanza di Arles di Van Gogh è uno dei quadri più belli mai dipinti dal pittore olandese.A proposito della stanza di Van Gogh, abbiamo scoperto, attraverso le lettere inviate al fratello, che il pittore aveva scelto di dipingere quest’opera perché voleva mettere in risalto la semplicità dell’arredamento utilizzando determinati colori.Il dipinto della camera da letto suggerisce l'idea della domesticità e un senso di benessere dentro la propria casa. I bambini dopo avere ammirato l’opera, ne hanno colorato una riproduzione utilizzando gli acquarelli cercando di utilizzare gli stessi colori usati dall’artista, sviluppando così il loro spirito di osservazione.

stanza

Il campo di papaveri

Il colore è un mezzo educativo di notevole, permette di cogliere il mondo profondo dei   bambini che amano i colori perché essendo meno condizionati dalla razionalità, percepiscono più istintivamente l’universo interiore. È piacevole osservarli mentre colorano e dipingono.Sono immediati, alle volte attenti, altre istintivi.Si concentrano e lasciano parlare le loro emozioni.
Abilitare la forza creatrice di ogni bimbo significa aiutarlo a diventare, da adulto, una persona che sa fare strategia di se stesso e delle proprie risorse e non si difende dietro al “non so disegnare” sul foglio prima e poi, nella vita. Osservando ancora una volta alcune delle opere più famose di Van Gogh, abbiamo scelto di soffermarci sul “Campo di papaveri” attratti dai colori accesi utilizzati dall’artista. In questa occasione, i bambini hanno “riprodotto” l’opera utilizzando uno strumento unico… le loro mani!!!

papaveri

gli iris di Van Gogh...alla maniera degli arancioni

Gli “Iris” di Van Gogh sono stati concepiti in un momento molto difficile per il pittore. Era stato ricoverato da pochissimo all’ospedale psichiatrico di Saint-Rémy-de-Provence a causa di un tracollo nervoso.Mentre il Van Gogh paziente segue le indicazioni date dai medici, il pittore Van Gogh capisce che è ora di mettersi al lavoro, il suo occhio cade immediatamente sulla  natura che circonda l’ospedale e nota la presenza di fiori, alberi e scorci naturali: non poteva chiedere niente di meglio per i suoi nuovi quadri! Aveva tutto quello di cui aveva bisogno e così si mette immediatamente al lavoro, ma questa volta come a rappresentare il suo stato d’animo i colori sono meno “accesi” del solito…

iris

Un anno giocoso insieme

Abbiamo trascorso un giocoso anno insieme che ci ha fatto crescere e migliorare! Ci siamo divertiti, abbiamo sperimentato e provato che Giocare fa proprio bene!

gioco

Perché è importante giocare insieme ai propri figli?

Utilizziamo la tecnologia, giochiamo con la lim

Da qualche anno nella nostra scuola sono state installate in alcune classi le Lim, lavagne interattive multimediali. Tali strumenti catturano la naturale curiosità del bambino e, se ben utilizzati, sono potenti sussidi didattico- educativi in quanto divertono e affascinano i piccoli utenti stimolando la loro intelligenza multimediale e  favoriscono le loro funzioni logiche e di apprendimento. Le LIM nella scuola dell’infanzia fanno leva sulle conoscenze e sulle performance che già i bambini “nativi digitali” possiedono.

lim   

giochiamo a tombola

Il gioco della tombola esiste da secoli, sa riunire intorno al tavolo fino a quattro generazioni, fa sorridere rilassare. E’ un gioco che ha più di tre secoli, semplice e aiuta a stimolare la concentrazione e l’attenzione, favorisce le relazioni tra le persone.

tombola

I trampoli di latta

La nostra scoperta dei giochi di un tempo continua con la conoscenza di un giocattolo antico ma molto divertente: “i trampoli di latta”. Una volta i giocattoli erano fatti di materiale molto semplice, bastava veramente poco per divertirsi: due barattoli di latta, della corda e il divertimento iniziava.

trampoli

Pagine

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.