Verdi

Anno scolastico 2015/2016

Parole lunghe, parole corte

Un altro gioco proposto ai bambini è il seguente: parole lunghe, parole corte.

Abbiamo disposto sul pavimento 5 cerchi. L’insegnante sceglie e pronuncia una alla volta alcune parole. Ogni bambino divide la parola in sillabe, saltando dentro ai cerchi e pronunciando una sillaba in ciascuno. Alla fine stabilisce se la parola assegnata è corta o lunga.

Verdi

 

Giochi di parole

Streghina Parolina, attraverso la Bottega delle Parole, ci suggerisce diversi giochi linguistici che durante la seconda parte dell’anno sono stati proposti più volte ai bambini. Un grosso lavoro è stato dedicato al riconoscimento delle sillabe.

Uno dei giochi proposti è il “Gioco del bastimento”

L’ insegnante pronuncia la seguente frase “E’ arrivato un bastimento carico di parole che iniziano con…”(es. MA). I bambini pensano e pronunciano parole che iniziano con la sillaba data.

Ecco alcune parole pronunciate dai bambini:

Parole che iniziano con MA

Giochiamo a Memory

Streghina Parolina ci ha regalato il gioco del Memory per giocare tutti insieme con immagini raffiguranti la primavera.

Il Memory è un popolare gioco di carte che richiede concentrazione e memoria. Nel gioco, le carte sono inizialmente mescolate e disposte coperte sul tavolo. I giocatori, a turno, scoprono due carte; se queste formano una "coppia", vengono incassate dal giocatore di turno, che può scoprirne altre due; altrimenti, vengono nuovamente coperte e rimesse nella loro posizione originale sul tavolo, e il turno passa al prossimo giocatore. Vince il giocatore che riesce a scoprire più coppie.

E ora giochiamo tutti insieme.

Verdi

 

Una gradita sorpresa

Al rientro dalle vacanze di Pasqua abbiamo trovato una bellissima sorpresa nella nostra bottega delle parole: una lettera accompagnata da una storia e un contenitore di plastica con all’interno un gioco. La nostra amica Streghina Parolina è passata a trovarci e ci ha lasciato un bellissimo regalo.

 

La lettera iniziale

Continua il nostro lavoro con la bottega delle parole. Dopo aver ricercato sui giornali le lettere dell’alfabeto, ci focalizziamo sull’iniziale del nostro nome. La nostra ricerca sui giornali si concentra così sulle parole che iniziano con la stessa iniziale del nostro nome. Dopo averle ritagliate le incolliamo su un foglio dove compare la lettera iniziale del nostro nome: intorno posizioniamo le parole che abbiamo ritagliato.

Verdi

 

Ricerca sui giornali

Ora che la nostra bottega delle parole è pronta bisogna riempirla: chiacchierando con i bambini, a loro è venuta l’idea di ricercare delle lettere e delle parole sui giornali e metterle in dei contenitori da posizionare all’interno della bottega e da utilizzare per le varie attività.

Mettiamoci all’opera: prendiamo forbici e giornali e iniziamo a ricercare e ritagliare lettere di varie forme e colori. Ciascuno col proprio giornale ha iniziato il suo lavoro di ricerca.

Verdi

 

Con le lettere scrivo il mio nome

Dopo aver ricercato e ritagliato le lettere dai giornali, l’insegnante propone ai bambini di giocare con il loro nome, sia per far nascere il desiderio di ricorrere al codice linguistico scritto, sia per rafforzare l’identità personale: il nome ci contraddistingue, ci identifica, ci consente di relazionarci, di comunicare ed è straordinario segno di unicità nella firma personale. I bambini, quindi, ricercano le lettere del proprio nome tra quelle posizionate nei contenitori della bottega delle parole e le incollano su un foglio.

Verdi

La tombola di Natale

Streghina Parolina, in occasione del Natale, ha portato un regalo per i bambini della classe dei verdi e lo ha lasciato nella bottega delle parole. Il regalo era accompagnato da una lettera nella quale lei scriveva di essere venuta nella nostra scuola e di aver visto la bellissima bottega che i bambini avevano realizzato. Così, per premiarli, aveva pensato di far loro un regalo e di lasciarlo proprio li, nella bottega. Il regalo è una tombola, la tombola di Natale.

Verdi

La bottega delle parole

Dopo aver letto la storia di Streghina Parolina e la sua bottega, i bambini decidono di costruire una bottega in classe: la bottega delle parole. Pensando a come poterla realizzare, alcuni di loro hanno proposto di cercare delle cassette di legno, come quelle della frutta e di dipingerle e decorarle. Detto fatto, ci siamo procurate delle cassette di legno e ci siamo messi all’opera.

Verdi

Pagine

Abbonamento a RSS - Verdi

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.