Delfini

Siamo nel gruppo dei delfini

Nel mese di Novembre sono iniziati i gruppi di intersezione e i bambini piccoli sono entrati a far parte del gruppo dei Delfini. Per aiutare i bambini a familiarizzare col proprio gruppo di appartenenza le insegnanti hanno realizzato un simbolo che è stato posizionato vicino alla classe corrispondente e una collana, rappresentante un delfino, una per ognuno di loro. Nei giorni successivi le insegnanti hanno raccontato ai bambini la storia del Delfino Clipper: Clipper è diventato anche il protagonista del nostro cartellone sul quale sono state posizionate anche le foto dei bambini. Questo permetterà loro di sentirsi parte del proprio gruppo.

Le alghe marine

Per concludere il periodo di accoglienza nel nuovo gruppo, i bambini insieme alle maestre hanno realizzato un simpatico delfino che nuota nelle alghe da portare a casa come ricordo. Ecco come l' hanno creato: con la tempera verde chiaro e verde scuro hanno fatto la loro impronta su un foglio bianco.

delfini

Ecco l'aglio Guagliò

Un altro elemento che compone la famiglia di Foody è l’aglio Guagliò: lui è un tipo curioso, ficcanaso ed egocentrico, si fregia di avere tre lauree e sei dottorati.
Le caratteristiche di Guagliò ci hanno quindi permesso di introdurre l’art. 28 della “Convenzione dei diritti dell’infanzia” che sancisce il diritto di avere un’educazione e un’istruzione scolastica.

attività sull'aglio

Matteo va a scuola

Per aiutare i bambini a capire pienamente il loro diritto all’istruzione, abbiamo raccontato la storia “Matteo va a scuola” (disponibile in allegato) che essi hanno ascoltato con grande attenzione.

attività sulla scuola

Anch'io vado a scuola

Continuando a discutere sull’articolo della Convenzione sui Diritti dei bambini, abbiamo sottolineato con i Delfini il fatto che anche loro ne beneficiano frequentando la scuola.
Li abbiamo invitati a “costruire” la scuola utilizzando delle forme geometriche (cerchio, quadrato e triangolo) precedentemente ritagliate dalle insegnanti  ed opportunamente incollate. In questo modo i bambini hanno potuto approfondirne la conoscenza.

attività sul diritto

Diritto all'istruzione

Guagliò è un aglio molto istruito con 3 lauree e 6 dottorati. La sua passione per la cultura ci ha introdotto al diritto all’istruzione, cioè la possibilità che tutti i bambini devono avere di ricevere un’educazione e un’istruzione.
Dopo aver approfondito l’argomento con diverse attività, i bambini hanno colorato una scheda rappresentativa cui immagine rimanda immediatamente al diritto spiegato:
due bambini con lo zaino in spalla che si stanno dirigendo a scuola.

diritto all'istruzione

Ecco Arabella

Arabella è un’ arancia molto bella, ma particolarmente timida e introversa, parla poco, fatica a dire ciò che pensa ed ecco perché, questo personaggio, ci fa comprendere l’importanza di poter dire ciò che si medita; concetto che viene ribadito anche dall’art. 12 dei diritti del bambino: “ogni bambino ha il diritto di esprimersi e dire ciò che pensa”.

Abbiamo conversato sul personaggio cercando di chiarire il concetto di timidezza che in alcuni compagni è particolarmente presente. In seguito, armati di spugne e tempere, abbiamo colorato Arabella con la tecnica della spugnatura.

attività sull'arancia

Io penso…io dico

Dopo aver conosciuto la timida e riservata arancia Arabella, abbiamo proposto ai bambini l’ascolto della storia di Timmy (vedi allegato), una bambina timida che arrossiva sempre e parlava a voce bassissima, ma che, con l’aiuto di un’amica al suo fianco, avrebbe sconfitto la timidezza.

la storia

La scatola dei segreti

Per poter sviluppare la loro individualità, i bambini hanno bisogno di privacy, di potersene stare in pace, anche da soli, ma in genere gli adulti si fanno prendere dall’ansia se non hanno tutto sotto controllo ed interferiscono continuamente: “Dove sei? Cosa stai facendo? Perché stai da solo?”
Tali interferenze “imprigionano” i bambini rallentando la crescita della loro individualità, cioè del loro essere unici e speciali.
Parlando con loro del diritto alla privacy, abbiamo realizzato una “scatola dei segreti”(riciclando delle vecchie scatole di scarpe che abbiamo ricoperto con pezzi di carta colorata), nella quale potranno mettere tutte quelle cose che desiderano “tenere per sé” almeno fino a quando non saranno loro stessi a decidere se condividerle o meno con altri.

la scatola dei segreti

Diritto ad esprimersi e alla privacy

Dopo aver compreso il significato del diritto di espressione e alla privacy, abbiamo colorato la scheda che li riassume: una bambina che “ pensa  e dice” e che tiene in mano un scatola all’interno del quale ci sono tutte le cose a lei più care.

Pagine

Abbonamento a RSS - Delfini

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.