Delfini

Laboratorio dei travestimenti

Verso i due anni di vita il bambino cambia il suo modo di giocare ed inizia ad utilizzare gli oggetti con maggiore immaginazione, si sviluppa il “gioco simbolico” nel quale il bambino rappresenta il mondo dell'adulto usando il proprio pensiero.

Ne scaturiscono giochi molto divertenti tra cui quello dei travestimenti.

In questo momento i bambini acquisiscono la capacità di giocare con la propria immaginazione e la propria identità e riescono a cogliere gli elementi che rendono ogni oggetto, ogni personaggio unico, ne colgono l'essenzialità e con essa si travestono.

Al bambino basta un mantello, un pezzo di stoffa, un cappello per “trasformarsi” e diventare attraverso questa sorta di “oggetto transizionale” quel personaggio che tale oggetto identifica.

Delfini

 

Le etnie

Dopo aver osservato da vicino il territorio dei quattro paesi che stiamo esplorando quest’anno, le insegnanti hanno catturato l’attenzione dei bambini attraverso la visione di immagini che rappresentano i popoli che abitano in Cina,  Camerun Brasile e Perù. I bambini hanno osservato i loro tratti somatici e l’abbigliamento con caratteristici accessori in uso nella loro tradizione e cultura. Successivamente hanno confrontato le caratteristiche dei quattro popoli per evidenziarne eventuali somiglianze. Infine hanno riprodotto l’immagine di quattro bambini, uno per ogni paese, evidenziandone la loro caratteristica principale.

Delfini

 

Costruiamo la lanterna

La Festa delle Lanterne conclude le festività per l’arrivo del nuovo anno in Cina e in molti paesi dell’Estremo Oriente. Non c’è un giorno fisso in cui si celebra: cade 15 giorni dopo il Capodanno Cinese che cambia data secondo l’antico calendario tradizionale cinese. Si tratta della prima notte dell’anno in cui c’è la luna piena, della prima importante festa dell’anno dopo il capodanno (il cui nome ufficiale è Festa di Primavera) e del giorno che conclude le vacanze dell’anno nuovo.

Dopo aver raccontato ai bambini la tradizionale festa delle lanterne cinesi, l’insegnante propone loro di realizzare una lanterna vera e propria per ciascuno e di portarla a casa come ricordo della celebrazione della festa. I bambini hanno così realizzato delle lanterne di carta e le hanno portate a casa.

Delfini

 

Il Carnevale di Rio

Il Carnevale di Rio de Janeiro (o semplicemente Carnevale di Rio) è una festa annuale che si tiene a Rio de Janeiro, la seconda città del Brasile. Si celebra 40 giorni prima di Pasqua e festeggia l'inizio della Quaresima. Il Carnevale brasiliano viene celebrato in modo diverso nelle varie regioni del paese: quello di Rio è considerato uno dei più famosi in Brasile e in tutto il mondo per via della magnificenza e della ricchezza dei festeggiamenti. I blocos( i “quartieri”)oggi sono parte integrante della festa a Rio: vi sono più di 100 gruppi con usi e tradizioni diversi, ogni bloco ha un posto o una strada in cui festeggiare, e per i più grandi le strade vengono chiuse al traffico. I festeggiamenti cominciano da gennaio e durano fino al termine del carnevale, con gruppi di persone che ballano il samba nel week end agli angoli delle strade. Solitamente i festeggiamenti avvengono di giorno o alla fine dell'orario lavorativo. Il Carnevale di Rio de Janeiro è noto nel mondo soprattutto per le sfarzose parate organizzate dalle principali scuole di samba della città. Le Scuole di Samba sono grandi e ricche organizzazioni che lavorano tutto l'anno in preparazione del Carnevale. Le parate durano quattro notti, e fanno parte di una competizione ufficiale suddivisa in sette divisioni alla fine delle quali una scuola verrà dichiarata vincitrice dell'anno.

Per rappresentare il Carnevale Brasiliano i bambini hanno colorato utilizzando la tecnica degli acquerelli

Delfini

 

Il senso del tatto: il laboratorio tattile

Il laboratorio vuole recuperare l’esperienza tattile, caratteristica dei primi anni di vita dei bambini, attraverso un percorso educativo durante il quale ogni bambino potrà imparare a riconoscere le diverse sensazioni che i materiali danno al tatto attraverso la “lettura tattile” di materiali. L'adulto, che lo accompagna nella scoperta, aiuterà il bambino a verbalizzare e a memorizzare queste sensazioni, arricchendo il vocabolario dei bambini a partire dell'esperienza.

Delfini

 

Pronti…si parte!!!

La nostra amica Josephine, prima di partire, ci ha lasciato un bellissimo regalo: una valigia con all’interno un mappamondo e tre album fotografici contenenti foto di alcuni paesi che lei ha visitato e che ci consiglia di conoscere da vicino, avendo nella scuola anche dei bambini che provengono da quegli stessi paesi. I bambini, insieme alle insegnanti, decidono di affrontare questo viaggio virtuale, alla scoperta di questi paesi per conoscere meglio il loro territorio, le loro  usanze e le loro tradizioni, la loro lingua e le persone che vi abitano.

Ma per affrontare un viaggio occorrono degli oggetti essenziali: la valigia, il passaporto e il cannocchiale per vedere da vicino questi paesi.

Delfini

Il territorio della Cina

I bambini sono pronti per la scoperta della Cina uno stato con un territorio molto esteso.

Grazie anche all'aiuto di fotografie, ai bambini è stato spiegato che la Cina ha per la maggior parte ha un territorio montuoso e il sistema più grande è il famosissimo Himalaya.

Sembra difficile credere che queste spettacolari formazioni montuose esistano davvero. Ed invece, questa vasta gamma di montagne technicolor esistono realmente. Parliamo delle magnifiche montagne arcobaleno.

L'enorme territorio cinese è costituito da aree prevalentemente montuose che degradano, in ampie pianure.

La maggiore di queste pianure, quella centrale, è il cuore della civiltà cinese, popolata e coltivata.

Qui convergono i due più grandi sistemi fluviali del paese (Fiume Giallo e Fiume Azzurro) che costituiscono importanti vie di comunicazione e consentono di irrigare vastissime aree.

La Cina ha anche aree desertiche e semidesertiche e le abbondanti precipitazioni estive permettono la crescita di foreste tropicali.

Per aiutare i bambini ad interiorizzare queste informazioni, le maestre hanno preparato una cartina bianca della Cina.

Utilizzando della tempera hanno pitturato la parte desertica con il giallo e successivamente hanno incollato della farina gialla.

La pianura con della tempera verde e dei pezzettini di cartoncini sempre dello stesso colore

 

Delfini

La bandiera della Cina

Una bandiera è un drappo di stoffa o di altro materiale adatto, spesso sventolato da un'asta rigida, usato simbolicamente per identificazione o per segnalazioni.

La parola bandiera deriva da Banda (colorata) cioè striscia dipinta.

E' comunemente impiegata per simboleggiare una nazione (bandiera nazionale).

Dopo aver comunicato ai bambini queste semplici informazioni, si sono divertiti a realizzare la bandiera della Cina.

 

Delfini

Siamo nel gruppo dei delfini

Nel mese di Novembre sono iniziati i gruppi di intersezione e i bambini piccoli sono entrati a far parte del gruppo dei Delfini. Per aiutare i bambini a familiarizzare col proprio gruppo di appartenenza le insegnanti hanno realizzato un simbolo che è stato posizionato vicino alla classe corrispondente e una collana, rappresentante un delfino, una per ognuno di loro. Nei giorni successivi le insegnanti hanno raccontato ai bambini la storia del Delfino Clipper: Clipper è diventato anche il protagonista del nostro cartellone sul quale sono state posizionate anche le foto dei bambini. Questo permetterà loro di sentirsi parte del proprio gruppo.

Le alghe marine

Per concludere il periodo di accoglienza nel nuovo gruppo, i bambini insieme alle maestre hanno realizzato un simpatico delfino che nuota nelle alghe da portare a casa come ricordo. Ecco come l' hanno creato: con la tempera verde chiaro e verde scuro hanno fatto la loro impronta su un foglio bianco.

delfini

Pagine

Abbonamento a RSS - Delfini

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.