Blu

La mia scuola: che bella!

Ogni bambino ha costruito a casa, con l’aiuto di mamma e papà, la propria lente del detective per poter, insieme ai compagni, andare alla scoperta degli ambienti della scuola.

blu

 

Una tovaglietta quasi vera

Dopo diversi giochi sulla posizione degli oggetti a tavola i bambini accettano di buon grade di realizzare una tovaglietta apparecchiata. I bambini colorano gli oggetti che usano a tavola con gli acquarelli,

blu

 

Imparo ad apparecchiare la tavola

Spesso i bambini giocano facendo finta di cucinare e imitano i gesti che si compiono in cucina; nell’angolo della casetta si divertono a cucinare, apparecchiare e mangiare. Per loro è un gioco, ma in questo modo apprendono tanti piccoli dettagli che poi estendono alla vita di tutti i giorni.

blu

 

La corona di chi sa riordinare

Riordinare i giochi è un momento davvero importante: mettere a posto alla fine del gioco fa crescere il bambino sia in termini cognitivi che relazionali.

blu

 

Il puzzle della giornata

Il puzzle della giornata è un puzzle di forma circolare, sulle cui tessere sono rappresentati i vari momenti della giornata.

blu

Oggi siamo in … il gioco delle presenze

L’arrivo a scuola è un momento delicato per molti bambini: a ciascuno è offerto un tempo adeguato per inserirsi con serenità e iniziare una nuova giornata insieme. I bambini sono accompagnati dai genitori fin dentro la scuola: la loro presenza ha un significato affettivo e rassicurante. L’insegnante accoglie tutti con un saluto di benvenuto.
Le presenze nella scuola dell’infanzia hanno un grande significato per i meccanismi di autoidentificazione e di identificazione che i bambini mettono in atto.

blu

 

Condivido i miei giochi con i miei compagni

Il nostro amico Orso Bruno ci ha lasciato un suo giocattolo: è l’orsetto Amaretto. Noi bambini ci siamo impegnati a prenderci cura di lui, coccolandolo e giocandoci insieme. Per i bambini grandi questa esperienza di cura e di rispetto è stata vissuta non solo con Orsetto Amaretto ma anche con il peluche di un compagno. Per questo motivo ogni bambino ha portato a scuola un peluche da prestare a un compagno, il quale lo ha portato a casa e lo ha usato come se fosse il suo peluche.

blu

 

Giocando ci conosciamo … per stare bene a scuola

In classe e in salone i bambini hanno partecipato, in questi due mesi di progetto accoglienza, a giochi utili a conoscersi e a instaurare i primi legami con i compagni. Questi i giochi proposti:

  • La macchina dei nomi: i bambini sono seduti in cerchio.

blu

 

La squadra dei blu

All’inizio dell’anno scolastico ci siamo uniti in una squadra per giocare, divertirci e lavorare con successo! Questo è il nostro motto: “se dai agli altri, gli altri daranno a te”.

blu

Sono nella classe dei blu: la coccarda della mia classe

Una domanda che tutti i bambini, all’inizio dell’anno scolastico, si sono sentiti rivolgere è: “In quale classe sei?”. Ma per un bambino cosa significa appartenere a una classe? Appartenere a una classe significa avere la sensazione di "far parte" di un’entità il cui valore supera la somma dei singoli componenti; l’appartenenza è il senso sociale dell'insieme, l'integrazione fra istanze individuali e sociali.

blu

 

Pagine

Abbonamento a RSS - Blu

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.