Tu sei qui

Archivio News

Cerca
Pubblicata il 29/06/2018

Indovina l’emozione

La maestra prepara alcuni cartoncini colorati con scritto il nome dell’emozione e la faccina corrispondente. Peschiamo una parola “emozionata” ...e ciascun bambino la interpreta con il linguaggio del corpo. I compagni devono indovinare che emozione è...

azzurri

Pubblicata il 29/06/2018

La giostra delle emozioni è una canzone per far conoscere ai bambini le emozioni che provano, per imparare a riconoscerle e gestirle. Studentesse di Scienze dell’Educazione dell’università di Siena hanno proposto un progetto canzoni per imparare, l’idea è rivolta alle mamme e genitori o alle maestre per coinvolgere i bambini della scuola materna attraverso canzoni che possano insegnare qualcosa e che abbiano movimenti che coinvolgano i bambini. Attività collegata alla canzone è il mimo delle espressioni. Ecco il testo che abbiamo imparato: “la giostra delle emozioni”.

Pubblicata il 29/06/2018

La storia è stata raccontata e drammatizzata dall'insegnante con il coinvolgimento dei bambini. Attraverso questo testo non è stato difficile per i bambini manifestare le varie emozioni (la paura dell'orso, del bosco, del fiume, della tempesta, della grotta, il desiderio di fuggire per non farsi catturare dall'orso e la gioia di ritrovarsi al sicuro a casa con mamma e papà).

Ne è seguita una bella conversazione con i bambini…ricca di emozioni!

Pubblicata il 29/06/2018

Il nostro amico investigatore si è messo sulle tracce degli apostoli che, dopo aver ricevuto lo Spirito Santo, partiti da Gerusalemme, si sono recati in diverse parti del mondo per diffondere il vangelo.

religione

 

Pubblicata il 29/06/2018

Un giorno, dopo la resurrezione di Gesù, mentre i discepoli sono chiusi nel cenacolo per paura di essere arrestati dai soldati, succede qualcosa di strano: un vento impetuoso attraversa la stanza, si sente il fragore di un tuono e le lingue di fuoco si posano sul capo dei presenti donando loro la capacità di parlare tutte le lingue del mondo. I discepoli allora, guidati da Pietro, escono e parlano di diverse nazionalità.

Pubblicata il 29/06/2018

Non sono solo i bambini a essere affascinati da quelle sfere volanti che sembrano contenere un mondo capovolto e in miniatura. Chi, anche da adulto, non ha mai soffiato, sorridendo e divertendosi ingenuamente, attraverso il cerchietto dal quale escono le bolle di sapone? Chi non le ha inseguite o non è stato illuminato da un sorriso quando ne ha vista qualcuna volare libera nell’aria?

delfini

Pubblicata il 29/06/2018

Ed eccoci arrivati alla fine del nostro percorso: insieme abbiamo scoperto tanti luoghi dove è presente l’acqua sul territorio di Lainate e non potevamo concludere senza tralasciare le meraviglie del Ninfeo con i giochi d’acqua presenti a Villa Litta.

delfini

Pubblicata il 29/06/2018

Scopriamo insieme un altro luogo d’acqua a Lainate: la piscina. Guardiamo insieme le immagini alla lim e raccontiamo un po di notizie ai bambini, poi la localizziamo sulla mappa e andiamo una mattinata in piscina!

delfini

Pubblicata il 29/06/2018

Come per i luoghi analizzati in precedenza, abbiamo mostrato ai bambini sulla lim le immagini del parco della Rosa Camuna e abbiamo dato loro una breve spiegazione.

Tra il torrente Lura e il canale Villoresi è sorto un laghetto artificiale a forma di rosa camuna, simbolo della regione Lombardia.

delfini

Pubblicata il 29/06/2018

Il 31 maggio 2018 si è svolto il saggio di psicomotricità per il gruppo dei Delfini. I bambini, suddivisi nei tre gruppi dei delfini lilla, azzurri e gialli hanno mostrato, a mamme e papà, alcuni giochi che hanno imparato in quest’anno scolastico con il maestro di psicomotricità: Jacopo.

delfini

Pubblicata il 29/06/2018

Una tappa importante nella crescita del bambino è rappresentata dall’apprendimento dei colori. Non si tratta di un processo particolarmente semplice, il bambino dovrà dapprima individuare il colore, impararne il nome e poi associare nome e colore, quindi è particolarmente utile elaborare strategie per insegnare a riconoscere i colori.

Con i bambini abbiamo fatto, durante l'anno, numerose attività, che, anche se il loro scopo finale non era l'acquisizione del colore, ci sono però servite per consolidare le loro conoscenze in merito all'apprendimento dei colori.

Inoltre in salone abbiamo predisposto numerosi giochi finalizzati all'acquisizione del colore.

Uno di questi giochi, di cui trovate la rielaborazione qui sotto, è la staffetta dei colori.

delfini

 

Pubblicata il 28/06/2018

Per concludere il nostro lavoro sulle regole a scuola, focalizziamo l’attenzione su quelle che sono le regole principali che è bene che i bambini interiorizzino al meglio. Coloriamo l’immagine, verbalizziamo la regola rappresentata e creiamo un cartellone da appendere in classe. Infine impariamo una simpatica filastrocca da ricordarci, sempre. (Vedi allegato)

regole

Pubblicata il 28/06/2018

Le relazioni con i bambini della stessa età hanno una loro influenza e una certa importanza nello sviluppo e nella crescita di un bambino. Le relazioni con i pari cambiano ed evolvono nel corso della crescita e dello sviluppo in stretta sintonia con lo sviluppo psico-cognitivo del bambino e le maggiori occasioni di frequentazione dei coetanei nei vari contesti: asili nidi, scuole dell'infanzia, gruppi di gioco e avvio allo sport e altro ancora.

Pubblicata il 28/06/2018

L’attività dello strappo di carta colorata svolta a Pasqua ha così tanto entusiasmato i bambini che è riproposta alla fine dell’anno con l’obiettivo di disegnare utilizzando carta colorata al posto di matite e pennarelli, “piegando” così lo strappo alla nostra intenzione: in questo approccio è la manualità che deve essere affinata per permetterci di realizzare al meglio la nostra idea. Il disegno è molto semplice.

vacanza

Pubblicata il 28/06/2018

Dopo aver giocato con la sabbia magica i bambini hanno avuto la possibilità di manipolare paste morbide, create da loro con ingredienti naturali e alimentari. Gli impasti con cui i bambini hanno potuto giocare sono: pasta al bicarbonato, schiuma da barba, pasta di maizena e schiuma da barba.

Manipolazione della pasta al bicarbonato

manipolare

Pubblicata il 28/06/2018

Il laboratorio dei travestimenti è terminato e durante il mese di maggio e la prima settimana di giugno è iniziato il laboratorio di lettura: a classi, giorno per giorno, i bambini si recavano nella biblioteca della scuola dove, dopo essersi tolti le scarpe, potevano entrare e sfogliare qualsiasi libro.

lettura

Pubblicata il 28/06/2018

In allegato troverete il giornalino del mese di maggio 2018

Pubblicata il 27/06/2018

Il gruppo dei pesciolini ha iniziato la “caccia al tesoro” alla ricerca degli ambienti dove Gocciolina e i suoi amici vivono.

Una mattina abbiamo trovato una lettera, lasciata dalla nostra amica Gocciolina, contenente un semplice indizio che ci ha permesso di conoscere il locale lavanderia. Qui c’era la prima sorpresa della caccia al tesoro.

 

Caccia al tesoro

Pubblicata il 27/06/2018

La manipolazione è un gioco piacevole e rilassante, adatto a bambini anche molto piccoli. Allo stesso tempo creativo e utilissimo per lo sviluppo delle attività motorie e quello psico-affettivo; manipolare paste morbide libera la fantasia e l'immaginazione.

La manipolazione è utilissima per lo sviluppo dell’attività motoria fine delle mani e delle dita, propedeutica a tutte le competenze che ne prevedono l’uso, come ad esempio la scrittura. La conoscenza della realtà diventerà inoltre più concreta e il piccolo, attraverso l’esplorazione sensoriale, inizierà a familiarizzare con il concetto di trasformazione grazie al riconoscimento delle differenze percettive.

Durante l’attività di manipolazione e travasi i bambini immergono le loro mani e la loro immaginazione nel materiale proposto, come ad esempio la pasta di sale, dove le mani si muovono, la pasta si adegua ad esse e la loro creatività si accende…! Il piacere dell’esplorazione, della trasformazione delle cose con l’azione delle proprie mani, fa parte della vita stessa dei bambini; così vale anche per il gioco del "travasare" con materiali diversi (pasta, farina gialla, pangrattato, riso e legumi...) che aiuta il bambino a superare le resistenze a toccare e allo sporcarsi provando e sperimentando sensazioni diverse. Con le bottiglie, i cucchiai, i barattoli, gli imbuti e i colini, i bambini hanno sperimentato le proprie capacità di reggere e rovesciare un contenitore, di "ascoltare" i rumori diversi provocati dai materiali, di acquisire concetti di:  dentro - fuori, pieno - vuoto, alto – basso,

Ai bambini più piccoli l’esperienza con questi materiali viene proposta sul tappeto con bacinelle per conoscere il materiale. Il bambino ha la possibilità di sperimentare la farina e/o il riso, toccandoli con le mani fino ad arrivare al piacere di levare scarpe e calzini per sentirli anche sui piedi.

La nostra esperienza di manipolazione inizia utilizzando la farina gialla.

I bambini si sono divertiti a riempire, svuotare e far finta di preparare…

 

La manipolazione e i travasi

Pubblicata il 25/06/2018

Un’attività che ha molto divertito i bambini è stata quella di realizzare dei disegni  rappresentanti  facce (con le linee “a coppa”) di persone che per diversi motivi avessero dei capelli “al vento”. Ogni bambino ha personalizzato il suo disegno utilizzando quella che preferiva tra le diverse tipologie di linee conosciute e sperimentate (dritte, ondulate, a spirale, ecc…).

capelli

Pagine

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.