Didattica

Leoni classe dei blu: conosciamo Tullet

Nell'apertura del regalo del Signor Pennello i bambini grandi sono rimasti colpiti dal libro "i Colori" e hanno chiesto che venisse letto. Prima di leggerlo però abbiamo ascoltato alcune informazioni del suo autore, Hervé Tullet. Successivamente i bambini del gruppo leoni si sono divertiti a tagliare e ricomporre la sua immagine, infine hanno decorato la cornice introno al volto dei Tullet con i puntini, una delle tecniche decorative proprie di questo autore.

conosciamo Tullet

Draghetti classe dei blu: usiamo nuovi strumenti grafici

Il Signor Pennello ci ha regalato tanti oggetti; alcuni già conosciuti dai bambini, altri tutti da scoprire.

I bambini del gruppo dei mezzani hanno scelto di colorare utilizzando i temperelli. L'ilarità e il divertimento nel dipingere con questo strumenti si percepiva sia dai lro volti che dalle loro opere d'arte!

usiamo nuovi strumenti grafici

Delfini classe dei blu: il regalo del Signor Pennello

Un giorno abbiamo ricevuto a sorpresa un messaggio ricevuto sotto la porta della classe. Nel raccoglierlo ci sono accorti era legato a un filo e che il filo ci portava a un regalo. Lo abbiamo aperto e abbiamo scoprto che conteneva tantissimi oggetti: dei dipinti di pittori famosi, alcuni fogli bianchi, la tavolozza del pittore, una matita di terracotta e una di carboncino, i temperelli, gli acquarelli, un foglio dove poter fare il graffito e un libro dell’autore Tullet.

il regalo del Signor Pennello

Classe dei blu: aspettando il Natale

Si avvicina il Natale, un momento magico per i bambini. Tutti insieme abbiamo vissuto questo periodo in un clima gioioso e festoso, tutti impegnati a dare il proprio contributo per la decorazione dell’aula. Siamo tutti in attesa e tutto “si veste a festa”, anche la nostra classe. Ed ecco quindi il contributo dato dai vari gruppi:

delfini

aspettando il Natale

Classe dei blu: la fiaba motoria

I bambini saranno protagonisti, a cadenza mensile, di un percorso di narrazione e rappresentazione di fiabe, capace di coinvolgere i bambini in modo immediato per portarli a sperimentare, in un clima ludico, tutte le forme di movimento nelle sue combinazioni tipiche della motricità di quest´età. Il percorso inizia dal racconto o dalla visione della fiaba, luogo magico di fantasia, dove s’incontrano personaggi e animali; grazie alla narrazione il bambino è catturato e coinvolto. Segue poi un percorso animato fatto di esercizi fisici, attività, giochi motori individuali e di gruppo che lo aiutano nella scoperta del corpo e del suo funzionamento.

la fiaba motoria

Classe dei Gialli: iniziamo a prepararci per il Natale

Il Natale è il momento dell’anno in cui il tempo subisce una sospensione. È vissuto come attesa in cui presente, passato e futuro si fondono. E' un simbolo di rinascita e di rigenerazione che coinvolge i bambini tanto quanto gli adulti. Il Natale diventa quindi uno sfondo per molteplici attività ed esperienze: un momento di vita scolastica che vede impegnati alunni e insegnanti quali promotori di solidarietà, di generosità e di attenzione verso l’altro. E' il periodo migliore per sensibilizzare i bambini ai valori dell'accoglienza, della pace e della solidarietà, vivendo la festività in un clima di serenità, collaborazione e altruismo per scoprire la gioia di lavorare insieme.

gialli

Classe dei Gialli: l'attività motoria

L'attività motoria rappresenta un elemento importantissimo per la progettazione degli interventi educativi e didattici. In campo educativo si struttura come un insieme di azioni che, basandosi sul dialogo corporeo mira a favorire l'organizzazione motoria, stimolando nei bambini l'interiorizzazione delle tappe dello sviluppo psicomotorio. In altre parole, l’educazione motoria, facilita l'apprendimento di un corretto comportamento motorio, agendo sull’organizzazione globale e segmentaria del piccolo alunno. Il venerdì è il giorno ufficiale dell'attività motoria nella nostra classe, ma negli altri giorni della settimana, soprattutto quando andiamo in giardino, essa continua e si consolida anche in modo non strutturato dall'insegnante, perché i bambini hanno modo di mettere in atto e sperimentare quanto appreso durante l'ora "ufficiale".

gialli

Delfini classe dei Gialli: conosciamo Hervè Tullet

Come ogni mattina, intorno alle 9.30, eravamo tutti in classe intenti a ripassare i canti, quando all'improvviso...una lettera è scivolata sotto la porta della nostra classe. Che spavento!! Insieme l'abbiamo letta e, sorpresa tra le sorprese, aveva un filo giallo attaccato. Subito l'abbiamo avvolto e aprendo la porta (già perché il filo giallo vi passava proprio sotto), sui nostri tavoli da pranzo, abbiamo trovato una grande scatola con un pennello che ci guardava con i suoi grandi occhi e una lettera allegata! Tornati in classe abbiamo letto la lettera e aperto la scatola e, tra i tanti oggetti inseriti nella scatola, abbiamo trovato un bellissimo libro di Hervè Tullet.

gialli

Draghetti classe dei Gialli: "Il gioco degli occhi" di Herve' Tullet

Nella scatola che Pennello ci ha inviato abbiamo trovato il libro "Il gioco degli occhi". Gasati ed entusiasti di questo bel regalo, l'abbiamo subito letto. Ai personaggi illustrati (un uomo, una donna, una bambina, un robot, diversi mostri ecc..) abbiamo "prestato" i nostri occhi, guardando attraverso i buchi del libro, e ne abbiamo imitato le voci. Dopo di che abbiamo colorato e ricomposto gli occhi come sulla copertina del libro.

gialli

Leoni classe dei Gialli: dal gioco "Disegna" di Herve' Tullet

Oltre a numerosi libri, Tullet è anche l'artefice di giochi interattivi che aiutano i bambini nella creazione di disegni strani e originali. Noi abbiamo utilizzato il gioco "Disegna". Nella confezione sono presenti diverse carte colorate e un dado.

gialli

Pagine

Abbonamento a RSS - Didattica

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.